#Storieinunafoto 1

Storie-foto-big-city-life-tormarancia

Quel sabato mattina avevo fretta. Mi stavano aspettando per il pranzo e la metro da Tiburtina a Garbatella ci aveva impegato una vita a fare la tratta.
Il bus era arrivato dopo una vita e sapevo che la pasta era quasi pronta. Scesi dall’autobus velocemente e vidi il primo dei graffiti di Tormarancia. Un misto di curiosità e tristezza mi avvolse. E cominciai a fare foto. Il suo sguardo così intenso mi fece perdere la cognizione del tempo. Poi, il telefono squillò: “Muoviti! Ti vedo dalla finestra! La pasta si scuoce”. Due giorni dopo ci perdemmo nel parco della street-art che ha fatto il giro del mondo.Storie-foto-big-city-life-tormarancia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *